Il rap arriva al Parco dei Murales

 
Da qualche mese è ricominciato il Servizio Civile Nazionale presso il Centro Territoriale per la Creatività Urbana dell’Associazione Culturale Arteteca e, con esso, anche i laboratori svolti per i bambini ed i ragazzi residenti nel Parco dei Murales. Dopo i laboratori di breakdance, giocoleria e teatro napoletano è la volta di un laboratorio dedicato alla musica e, più specificatamente, al rap. 
 
Francesco Molino, tra i quattro nuovi volontari del progetto di Servizio Civile Nazionale “Creatività Urbana tra Riqualificazione e Rigenerazione”, coinvolgerà i bambini e i ragazzi in un laboratorio appositamente dedicato a questa espressione musicale. Francesco, nato e cresciuto nel quartiere di Ponticelli, a poca distanza dal Parco, conosce molto bene la realtà che la maggior parte dei bambini e adolescenti vive nella periferia est di Napoli e, proprio da questa consapevolezza, è scaturita la decisione di contribuire a supportare il proprio territorio. 
 
Approfondendo le loro conoscenze musicali e comprendendo l'importanza della libera espressione, bambini ed adolescenti potranno riflettere insieme anche su molti temi attuali, provando, proprio con la musica e le parole, ad esprimere liberamente tutti i loro pensieri. 
 
Continua, dunque, anche dopo la conclusione delle otto opere di street art, l’impegno che l’Associazione Arteteca rivolge al territorio di Napoli Est, nel quale è operativa da anni, attraverso attività che possano mostrare (soprattutto a giovani e giovanissimi) la possibilità di un futuro diverso da ciò che solitamente vivono e vedono nelle strade del quartiere.