Laboratori di Pittura al Parco dei Murales

 

Dopo aver ridipinto i due androni corrispondenti alle opere realizzate da La Fille Bertha e Daniele Nitti con le tonalità del crema e del blu, i volontari del Servizio Civile Nazionale hanno continuato i laboratori di pittura dei locali terranei come tutor dei bambini e degli adolescenti.

L’iniziativa, oltre a coinvolgere la comunità, mira a rendere gli spazi più armoniosi, in sintonia cromatica con gli interventi realizzati dagli artisti sulle grandi facciate. Gli ingressi delle palazzine sono luoghi di condivisione, non solo quotidiana, ma anche laboratoriale perché è qui che molte volte si svolgono attività come teatro e giocoleria.

Per questo anche la scelta dei colori è importante perché mette ancor più in risalto il lavoro artistico realizzato sulle pareti del Parco ma è anche in grado di stimolare l’umore e la partecipazione; spiccano adesso un verde chiaro (“Ael. Tutt’egual song’e criature”); rosa antico (“‘A pazziella ’n man’ ‘e criature”); arancione chiarissimo (“Lo trattenemiento de’ peccerille”); azzurro (“Chi è vuluto bene, nun s’o scorda”); crema (“‘A Mamm’ ‘e Tutt’ ‘e Mamm’”); blu (“Je sto vicino a te”); violetto (“‘O sciore cchiù felice”); verde acqua delicatissimo (“Cura ‘e paure”).