La creatività urbana di Napoli Est come esempio di rigenerazione urbana

 

Dopo numerose visite e tour di street art tra le opere del Parco Merola di Ponticelli, abbiamo scelto di presentare ufficialmente il Parco dei Murales come esempio di rigenerazione urbana della periferia est di Napoli, auspicando, nel prossimo futuro, un sempre maggiore interesse verso la creatività urbana di Napoli Est.

 

Ne abbiamo parlato al seminario ''Marketing terriotoriale e strategie comunicative per la rigenerazione urbana'' con la relazione ''Street Art District a Napoli Est nel Parco Merola'', presso la Sala Convegni del Polo Umanistico del CNR di Napoli.

 

L'invito estesoci da Massimo Clemente, urbanista e dirigente di ricerca del CNR e rotariano del Club Napoli Est, già vicino al nostro progetto CUNTO, è stato da noi accolto con piacere, avendo trovato in esso l'opportunità per confrontarci anche con altre interessanti realtà locali concentrate sulla valorizzazione dei territori metropolitani, dei centri storici e delle periferie.

 

Hanno esposto le relazioni: Gianni Tomo, Presidente Commissione Marketing Territoriale ODCEC di Napoli; Salvatore Velotti, Direttore Sviluppo INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana; Claudio Agrelli, Founder Agrelli&Basta; Stefania Oppido - Gaia Daldanise, CNR IRISS; Eleonora Giovene di Girasole, CNR IRISS - Fortuna Procentese. Con le discussioni di: Alessio D'Auria, Francesco de Giovanni di Santa Severina, Gabriella Esposito, Paolo Giugliano, Peppe Nardini, Brunella Rallo e Massimo Clemente.

 

Salvatore Velotti, Direttore Sviluppo INWARD, ha mostrato il sottoprogramma sociale che vive all'ombra delle opere di street art, che, molto presto, potrà fare affidamento su una fitta rete di collaborazioni, con il contributo di produttori agroalimentari territoriali, una cooperazione sociale a favore dei ragazzi del quartiere, produzioni editoriali e un servizio integrato di trasporti Il Centro Territoriale per la Creatività Urbana di via Argine, già epicentro di numerosi progetti, diverrà così il cuore delle attività elencate, come punto di incontro di alleanze intersettoriali e punto di partenza per una fruizione creativamente turistica di Napoli Est.