Ho scritto... (di Claudia Piccolo - Pastorale Giovanile IX Decanato)

 

Ho scritto anke un pensiero sul libro e varie riflessioni...

1 il tema del libro ke mi è rimasto impresso sopratutto per una brutta scena ke viene descritta è il Bullismo. Rosario frequenta una scuola dove il rispetto si chiama bullismo, unico modo per essere rispettati. E come solitamente succede in questi casi o sei vittima o complice passivo\attivo. I bulli diventano quasi dei miti, rispettati da tutti e anke se si è consapevoli che ciò che fanno è sbagliato, il silenzio prevale. Rosario, come molti, è complice passivo, così un giorno lo diventa. Inizia col fare il palo e poi si ritrova con i suoi nuovi "amici". Giusto o sbagliato potremmo stare ore ad analizzare e commentare il comportamento di Rosario ma in fondo come ci saremmo comportati noi??? O meglio come ci comportiano ogni giorno di fronte ad atti illegali?? penso ke forse l'atteggiamento di complice passivo, cosi lo posssiamo definire, sia all'ordine del giorno, la paura prevale. Anche se l'atteggiamento di Rosario più ke paura è anke voglia di essere accettato e far parte di qualcosa qualunque cosa anche se sbagliata. Infatti si nota che rosario è consapevole, ma fa lo stesso.

-Un altro messaggio ke ho colto leggendo la frase che si trova nella penultima pagina, "Ho visto i disegni che fai sul tuo quaderno sei bravissimo che te ne fai della parola se sai disegnare", è che ci sono vari modi per esprimerci ma a volte ci limitiamo...sopratutto pensando ke il ragazzo nn riusciva a parlare.

-Poi la frase della canzone ke rosario scrive agli est emporanei che dice "è o silenzio ca c'accire e a paura c'annienta". Mi ha fatto pensare alla paura che abbiamo di "impicciarci" in situazioni sgradevoli, ma così facendo favoriamo e spesso non lo capiamo. Parlare Sempre!

-Poi l'ultima frase del discorso di Webcam Holocaust che dice "riscattati e ricordati eternamente dopo la morte". Mi ha fatto chiedere a me stessa come certe volte nn si capisce che il riscatto si ha vivendo, potendo cambiare le cose. Da morti ke si fa??? Non decidiamo noi quando morire, ci possono essere momenti brutti ma se siamo ancora qui è prorpio per riscattarci andare avanti e risalire.