UNA VITA DIFFICILE (di Raffaele Costa - Fondazione Famiglia di Maria)

 

UN RAGAZZO DI PONTICELLI DI NOME TONY CHE A SCUOLA LO CHIAMAVANO O CIUOTTO.

VIVE CON IL PADRE POVERO E LA MADRE CHE è MORTA.

LUI PER MANGIARE VA A RUBARE, IL PAPà E UN UBRIACO DA QUANDO è MORTA LA MOGLIE.

UN GIORNO TONY SI SVEGLIA E HA FAME E DECIDE DI ANDARE CON UN SUO AMICO ALL’AUCHAN DI VIA ARIGINE, LORO ENTRANO E FANNO UN GIRO.

TONY PRESO DALLA FAME ARRIVA ALLA CASSA E SI NASCONDE DIETRO AL BANCONE E RUBA 100 € MA LA POLIZIA LO SCOPRE E LO ARRESTANO.

TONY VA IN CARCERE MINORILI E DOPO 4 ANNI ESCE E DIVENTA BUONO.

LUI HA 19 ANNI E INCOMINCA A LAVORARE E HA UNA RAGAZZA.

UNA DOMENICA INCONTRA L’AMICO CHE GLI DICE COME SEI CAMBIATO perché?

E TONY GLI DICE CHE IL CARCERE MINORILE MI HA FATTO CAPIRE CHE RUBARE NON ERA BUONO.